Finalità delle attività di ricerca è integrare il processo di industrializzazione e di rigenerazione sostenibile all’interno dei processi edilizi e delle esigenze di innovazione e digitalizzazione richieste dal settimo ciclo dell’edilizia.
Le esigenze di innovazione del processo edilizio rispondente ai requisiti di qualità, tutela delle risorse e risparmio delle materie prime, in rapporto agli interventi di rigenerazione urbana e riconversione sostenibile del patrimonio esistente, impongono la necessità di elaborare strumenti innovativi di interazione tra progetto e produzione industriale per l’edilizia. Ciò evidenzia la necessità di una più consapevole valorizzazione delle tecnologie prefabbricate (off-site manufacturing) all’interno di una progettazione mirata alla qualità sostenibile, che si faccia carico di requisiti quali reversibilità (debuild), flessibilità d’uso, riutilizzabilità e riciclaggio, in un’ottica di riduzione dell’impatto ambientale dei sistemi durante tutto il ciclo di vita.
Parallelamente le tecnologie di industrializzazione legate all’ additive manufacturing (AM) rappresentano una nuova rivoluzione industriale foriera di opportunità di sviluppo e di rilancio del settore delle costruzioni in ottica sostenibile. L’ additive manufacturing (AM) è entrato nel mondo delle costruzioni consentendo di realizzare componenti con forme complesse e innovative ottimizzando, in tal modo, le quantità di materiale, riducendo i costi e gli impatti ambientali.